Malattie trasmesse da vettori | Autorità europea per la sicurezza alimentare Salta al contenuto principale

Malattie trasmesse da vettori

Un vettore è un organismo vivente che trasmette un agente infettivo da un animale infetto all’uomo o a un altro animale. Spesso i vettori sono artropodi come zanzare, zecche, mosche, pulci e pidocchi, e possono trasmettere malattie infettive in modo attivo o passivo:

  • i vettori biologici, come zanzare e zecche, possono portare con se agenti patogeni che possono moltiplicarsi all’interno del loro organismo e venire successivamente trasmessi a nuovi ospiti, in genere tramite morso o puntura;
  • i vettori meccanici, come le mosche, possono trasportare l’agente infettivo sulla superficie del proprio corpo e trasmetterlo per contatto fisico.

Le malattie veicolate da vettori sono dette “malattie trasmesse da vettori”. Molte malattie trasmesse da vettori sono zoonotiche, ossia malattie che possono essere trasmesse direttamente o indirettamente tra animali ed esseri umani. Tra queste si annoverano, ad esempio, la malattia di Lyme, l’encefalite trasmessa da zecche, il virus del Nilo occidentale, la Leishmaniosi e la febbre emorragica Congo-Crimea.

Molte malattie trasmesse da vettori sono considerate nell’Unione europea malattie infettive emergenti, cioè:

  • malattie che compaiono per la prima volta in una popolazione o
  • malattie che possono essere già esistite in passato, ma la cui incidenza o diffusione geografica è in rapido aumento.

Alcuni vettori sono in grado di coprire distanze enormi con conseguenti ripercussioni sul raggio d’azione delle relative zoonosi. I vettori possono penetrare in nuove aree geografiche, per esempio, tramite:

  • viaggi compiuti dall’uomo e commercio internazionale;
  • trasporto di animali, per esempio bestiame;
  • uccelli migratori;
  • variazioni nelle pratiche agricole;
  • vento.

Altri fattori, tra cui le condizioni climatiche, possono influenzarne la diffusione e persistenza in nuove aree.

Storymap

L'EFSA ha prodotto 36 schede multimediali interattive (storymap) che presentano in modo agevole informazioni sulle malattie trasmesse da insetti vettori: dalla loro diffusione geografica al rischio di introduzione nell'UE sino alle misure di prevenzione e controllo. Le storymap sono state sviluppate nell'ambito di un parere scientifico elaborato per aiutare i gestori del rischio a scalare le misure di controllo a seconda delle priorità.

Lo strumento che gli esperti hanno sviluppato per svolgere le proprie valutazioni del rischio (Mintrisk) è disponibile al pubblico e include i dati e le informazioni utilizzati dagli esperti per giungere alle loro conclusioni. Le storymap sono in corso di revisione e le nuove versioni saranno disponibili entro la fine del 2021.

EFSA's vector-borne disease story maps: 36 interactive story maps

Se avete commenti sulle storymap, inviateli a: vbd [at] efsa.europa.eu

Ruolo

L’EFSA con il suo gruppo di esperti scientifici sulla salute e il benessere degli animali fornisce consulenza e assistenza scientifica indipendente sugli aspetti delle zoonosi trasmesse da vettori che toccano la salute dell’uomo e degli animali. L’EFSA tiene sotto controllo e analizza la situazione delle zoonosi, dei microrganismi zoonotici, della resistenza agli antimicrobici, dei contaminanti microbiologici e dei focolai di origine alimentare in tutta l’Europa.

In questo ambito l’EFSA collabora con il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) condividendo informazioni sui progetti presenti e futuri aventi a oggetto vettori e zoonosi trasmesse da vettori.

Sulla scorta dei dati raccolti dagli Stati membri dell’UE, l’EFSA produce, in collaborazione con l’ECDC, rapporti annuali sintetici dell’Unione europea sulle zoonosi trasmesse da vettori negli animali e sui focolai epidemici di origine alimentare causati da tali microrganismi.

VectorNet

VectorNet è un'iniziativa congiunta dell'EFSA e dell'ECDC, avviata nel maggio 2014, ed è ora alla sua seconda edizione (2019-2023). VectorNet coadiuva la raccolta di dati su vettori e agenti patogeni nei vettori relativi sia alla salute animale che umana.

L'ECDC e l'EFSA gestiscono una banca dati comune sulla presenza e la distribuzione di vettori e agenti patogeni presenti nei vettori in Europa e nel bacino del Mediterraneo grazie al contributo di una rete di esperti e organizzazioni mediche e veterinarie.

Il progetto fornisce anche consulenza scientifica ad hoc all'ECDC e all'EFSA su questioni tecniche relative alla sorveglianza dei vettori e alle malattie trasmesse da vettori nell'uomo e negli animali.

Il progetto intende contribuire a migliorare la preparazione e la risposta alle malattie trasmesse da vettori nell'Unione Europea. Rimanete aggiornati sulle ultime attività di VectorNet e abbonatevi alla nostra newsletter.

Mappe sulla distribuzione dei vettori

La banca dati del progetto VectorNet dell'ECDC e dell'EFSA fornisce informazioni sulla distribuzione in Europa di diverse specie di zanzare, zecche, pappataci e moscerini pungenti, che possono essere vettori di agenti patogeni per la salute umana o animale. Le mappe si basano su dati confermati (pubblicati e non pubblicati) forniti da esperti ma non rappresentano la posizione ufficiale dei vari Paesi.

Mappe sulle zanzare Le mappe mostrano la distribuzione attualmente nota di diverse specie di zanzare invasive e autoctone in Europa a livello amministrativo "regionale" (NUTS3). Maps-mosquito.png
Mappe sulle zecche

Le mappe mostrano la distribuzione attualmente nota di diverse specie di zecche in Europa a livello amministrativo "regionale" (NUTS3).

Maps-tick.png
Mappe sui pappataci

Le mappe mostrano la distribuzione attualmente nota di diverse specie di pappataci in Europa a livello amministrativo "regionale" (NUTS3).

Maps-sandfly.png
Mappe sui moscerini pungenti

Le mappe mostrano la distribuzione attualmente nota di diverse specie di moscerini pungenti in Europa a livello amministrativo "regionale" (NUTS3).

Maps-biting midge.png

Si prega di contattare vectornet [at] ecdc.europa.eu se si dispone di informazioni nuove relative alle mappe di distribuzione dei vettori.

Quadro UE

Ai sensi della legislazione dell’UE molte malattie infettive devono essere notificate dagli Stati membri alle autorità nazionali o alla Commissione europea. Per gestire tali malattie vengono applicate misure di controllo, eradicazione e prevenzione. Le politiche dell’UE sulle malattie trasmissibili puntano alla sorveglianza, all’individuazione rapida e a alla risposta celere.

Nel 1999 è stata creata nell’UE una rete di sorveglianza epidemiologica e di controllo delle malattie trasmissibili. La sorveglianza da parte dell’UE riguarda alcune importanti zoonosi trasmesse da vettori, come la malaria, il virus del Nilo occidentale e la febbre gialla. Inoltre l’ECDC gestisce uno specifico programma contro le malattie emergenti e trasmesse da vettori.

Nel campo della salute animale una delle principali misure della politica dell’Unione per la salute degli animali è l’individuazione precoce di minacce derivanti da malattie esotiche, nuove ed emergenti.

Pubblicazioni sul tema

Vedi tutto/tutti