Portatori di interesse: sostegno e orientamento per le nostre attività

I portatori di interesse hanno contribuito all’attività dell'EFSA sin dalla sua istituzione nel 2002. Oggi l’impegno a considerare prioritario il coinvolgimento del pubblico e dei portatori di interesse nel processo di valutazione scientifica del rischio è parte integrante della strategia quinquennale dell’Autorità.

Il nuovo approccio permette all'EFSA di interagire con una più estesa gamma di portatori di interesse attraverso una serie di apposite piattaforme permanenti (vedi in basso). Rappresentanti di industrie e aziende alimentari, associazioni degli agricoltori, organizzazioni non governative dei consumatori e dell'ambiente, distributori, professionisti della sanità e rappresentanti del mondo accademico hanno tutti l'opportunità di interagire con l'EFSA.

I portatori di interesse accreditati possono partecipare tramite una serie di piattaforme permanenti e occasionali, in base ai propri interessi e competenze. Ci sono due organismi permanenti:

Il foro dei portatori di interesse

I membri del foro dei portatori di interesse apportano annualmente un contributo strategico ai piani di lavoro dell'EFSA e alle priorità future. I temi e gli argomenti di ciascun foro annuale vengono suggeriti dai portatori di interesse accreditati e tramite l’individuazione di aree prioritarie di intervento da parte dell'EFSA.

Rapporto: First meeting of EFSA’s Stakeholder Forum (30-31 maggio 2017)

Video: Il foro dei portatori di interesse si mette al lavoro

L’ufficio dei portatori di interesse

L'Ufficio dei portatori di interesse presta consulenza all'EFSA sull'interazione con i portatori di interesse e sul dialogo circa le preoccupazioni della società civile in materia di salute, ambiente, produzione alimentare e altre questioni di competenza dell'Autorità. Contribuisce inoltre all'ordine del giorno del foro dei portatori di interesse. E' composto da sette rappresentanti dei gruppi di portatori di interesse suelencati, proposti dai portatori di interesse stessi per agire nell'interesse della categoria che rappresentano.

Oltre ai due organismi permanenti, l'EFSA dispone di una serie di apposite strutture tramite le quali interagisce con i portatori di interesse su questioni tecniche. Si tratta delle seguenti strutture:

I gruppi di lavoro sui mandati

Garantiscono che l'EFSA intrattenga un dialogo efficace e colga tempestivamente le esigenze e le attese della società sin dall’inizio della trattazione delle richieste di parere e dell’elaborazione di linee guida. Un progetto pilota per l’attuazione di questa piattaforma di interazione è stato avviato all'inizio del 2017.

I colloqui scientifici

I colloqui, avviati nel 2004, consentono all'EFSA di sfruttare le competenze della più ampia comunità scientifica e prepararsi quindi alle sfide che l’attendono in ambito di valutazione dei rischi.

I gruppi di discussione

Al momento sono attivi i seguenti gruppi:

Gruppo sui rischi emergenti

I portatori di interesse sono una fonte importante di segnalazione di potenziali rischi emergenti ma anche di dati relativi a rischi potenziali già individuati. Il gruppo riunisce rappresentanti dei consumatori, dei produttori alimentari e dei trasformatori di alimenti. I membri sono designati dalla piattaforma dei portatori di interesse dell'EFSA, dalla quale vengono poi scelti. Creato nel 2010, la sua composizione è stata rinnovata nel 2012 e nel 2014. L’attuale mandato scade alla fine del 2015.

Gruppo sui dati relativi alla presenza di sostanze chimiche negli alimenti

L’EFSA è tenuta a lavorare in stretta collaborazione con tutti gli organismi che si occupano di raccolta dati. La piattaforma ha istituito il gruppo sui dati relativi alla presenza di sostanze chimiche negli alimenti per discutere e scambiare informazioni sugli aspetti pratici e le difficoltà concernenti la trasmissione da parte dei portatori di interesse di dati sul rilevamento delle sostanze e sull’utilizzo dei dati. Il gruppo concentra la propria attenzione in particolare sugli additivi alimentari e sui contaminanti chimici presenti in alimenti e mangimi.

Gruppo pilota di riflessione su linee guida per allergenicità in ambito di prodotti regolamentati

Nell’ambito dei nostri sforzi “Per un’EFSA aperta", stiamo esplorando modalità per accrescere la partecipazione dei portatori di interesse all'elaborazione di documenti orientativi.

L'EFSA ha istituito un gruppo pilota di riflessione formato da rappresentanti degli Stati membri e dei portatori di interesse per contribuire allo sviluppo di una nuova guidance on allergenicity (guida in materia di allergenicità). La guida, che è in fase di elaborazione da parte del gruppo scientifico GMO, riguarda la valutazione del rischio di allergenicità associato alle proteine in genere. 

Con il gruppo pilota di riflessione l’EFSA intende avvalersi della competenza tecnica e scientifica dei soggetti interessati nelle varie fasi dell’elaborazione del documento orientativo. Una volta concluso il processo, l'EFSA valuterà sia il contributo delle parti interessate al processo scientifico sia se tale collaborazione abbia migliorato la qualità, la chiarezza e la fruibilità del documento orientativo. Trarremo insegnamenti per l’eventuale futuro coinvolgimento dei portatori di interesse.

Il gruppo pilota di riflessione è un organismo consultivo i cui membri non sono tenuti a contribuire alla redazione del documento guida, che resta di responsabilità primaria del gruppo di esperti scientifici GMO e del suo apposito gruppo di lavoro. Il gruppo seguirà il lavoro del gruppo scientifico GMO fino alla conclusione dei lavori sul documento orientativo.

Gruppo su E-Submission

Questo gruppo è costituito da rappresentanti dei portatori di interesse, degli Stati membri e della Commissione europea toccati direttamente da un progetto per mettere in atto all’EFSA la trasmissione e trattazione elettronica delle richieste di autorizzazione di prodotti regolamentati. L'EFSA intende beneficiare del know-how tecnico e delle competenze dei portatori di interesse in varie fasi dello sviluppo del progetto, raccogliendo nello specifico contributi, consigli sui requisiti e commenti, nonché avviando fasi pilota e attività di verifica con i portatori di interesse stessi. L'EFSA valuterà il contributo apportato al processo dai portatori di interesse per trarne lezioni per il loro coinvolgimento futuro. Da notare che si tratta solo di un organo consultivo. I membri non sono responsabili della progettazione e dei requisiti finali della piattaforma E-Submission.

Gruppo consultivo sui perturbatori endocrini

L'EFSA e l'Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA) stanno elaborando linee guida che consentano ai richiedenti e alle autorità preposte alla regolamentazione di individuare le proprietà di interferenza endocrina nelle sostanze chimiche proposte come pesticidi e biocidi ai sensi della legislazione UE.

Le linee guida vengono redatte dal personale scientifico delle due agenzie e dal Centro comune di ricerca della Commissione europea. Li assiste un gruppo consultivo composto da membri del gruppo di esperti sugli interferenti endocrini dell'ECHA e da esperti di pesticidi selezionati dall'EFSA negli Stati membri dell'UE e tra i portatori di interesse accreditati. Dopo aver emanato un invito a proporre nomine, l'EFSA ha selezionato tra gli organismi accreditati delle parti interessate 14 partecipanti. Qui di seguito troverete i verbali della riunione durante la quale si è svolta la selezione. L'elenco completo degli Stati membri dell'EFSA e degli esperti delle parti interessate che hanno partecipato al gruppo di consultazione sono disponibili qui.

Gruppo sul partenariato UE per la condivisione di dati sulle api

Il gruppo di discussione è stato istituito per stabilire il mandato del partenariato UE sulle api, che dovrebbe essere operativo nel 2018.

Il partenariato proposto è una delle risultanze del convegno scientifico co-organizzato dall'EFSA nel 2017. Il simposio, dal titolo “Collecting and sharing data on bee health: towards a European Bee Partnership”, si è svolto a Bruxelles nell'ambito della Settimana europea su api e impollinazione 2017, ospitata dal Parlamento europeo. I partecipanti hanno deciso di collaborare alla creazione di un partenariato europeo sulle api, una piattaforma gestita dai portatori di interesse a beneficio dei propri utenti per garantire che le api da miele ed eventualmente altri insetti impollinatori possano continuare a prosperare in Europa.

Le tavole rotonde

In tali riunioni verranno affrontate questioni sollevate dalle ONG ambientali, dai gruppi di difesa e dalle parti interessate del settore industriale su aspetti del lavoro dell'EFSA, sulla miglior comprensione dei processi EFSA di valutazione dei rischi e su come agevolare la presentazione di informazioni e risposte a bandi e consultazioni EFSA.

I laboratori per comunicatori

Il "Comms Lab" rappresenta una delle modalità per sollecitare riscontri dai portatori di interesse accreditati presso l'EFSA, onde verificare la fruibilità e l'utilità di specifici prodotti e strumenti di comunicazione che l'EFSA sviluppa di volta in volta. Scoprite di più consultando il Quadro per l'interazione.

Le sessioni informative

Grazie ad apposite sessione informative, ci sarà l’opportunità di conoscere meglio le attività dell'EFSA da parte dei diversi gruppi di soggetti interessati, favorire il dialogo e condividere esperienze reali, migliorando in ultima analisi la percezione pubblica dell’attività scientifica EFSA.

Come accreditarsi per diventare portatore di interesse presso l’EFSA

Il processo di accreditamento per diventare portatore di interesse accreditato presso l’EFSA non ha data di scadenza. L'EFSA aggiorna l'elenco dei portatori di interesse accreditati su base trimestrale.

Se siete interessati ad accreditarvi ufficialmente presso l’EFSA come portatori di interesse, compilate il modulo d'iscrizione online.

Prima di candidarsi, è opportuno consultare i seguenti documenti: