Malattie zoonotiche

Introduzione

Le zoonosi sono infezioni o malattie che possono essere trasmesse direttamente o indirettamente tra gli animali e l’uomo, ad esempio attraverso il consumo di alimenti contaminati o il contatto con animali infetti. Nell’uomo queste malattie possono avere diversa gravità con quadri clinici che vanno da una sintomatologia lieve fino al decesso.

Le ricerche condotte indicano che tra un terzo e la metà di tutte le malattie infettive dell’uomo ha origine zoonotica, ossia vengono trasmesse da animali. Circa il 75% delle nuove malattie che hanno colpito l’uomo negli ultimi 10 anni (come la malattia del Nilo occidentale) è stato trasmesso da animali o da prodotti di origine animale.

Le zoonosi sono trasmissibili tra animali ed esseri umani in vari modi.

Ci sono malattie zoonotiche veicolate da alimenti e non veicolate da alimenti.

Ruolo

Il ruolo principale dell’EFSA consiste nel valutare i rischi associati alla filiera alimentare dell’UE, garantendo un elevato livello di protezione dei consumatori e della salute degli animali. Le attività di consulenza scientifica indipendente dell’EFSA e l’assistenza prestata nell’ambito della sicurezza alimentare e in merito agli aspetti delle malattie zoonotiche riguardanti la salute degli animali, con il sostegno dei dati raccolti negli Stati membri, aiutano le istanze decisionali europee a definire politiche e ad adottare decisioni per proteggere i consumatori nell’Unione europea.

Le attività dell’EFSA sulle zoonosi comprendono:

Monitoraggio annuale
I casi di zoonosi di origine alimentare nell’UE vengono monitorati e analizzati ogni anno dall’EFSA e dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) allo scopo di fornire alla Commissione e agli Stati membri informazioni aggiornate alla situazione attuale.

Raccolta di dati
Gli Stati membri dell’UE raccolgono dati confrontabili sulla presenza di Salmonella, Campylobacter o altri microrganismi negli alimenti o nelle popolazioni animali, e trasmettono questi dati all’EFSA perché li sottoponga ad analisi.

Analisi dei fattori di rischio
L’EFSA e i suoi gruppi di esperti scientifici individuano i fattori di rischio che contribuiscono alla presenza di microrganismi zoonotici nelle popolazioni animali sulla base dei dati trasmessi dagli Stati membri e di altre informazioni del caso.

Valutazioni del rischio
I gruppi di esperti scientifici dell'EFSA effettuano valutazioni dei rischi per la salute pubblica da animali infetti e forniscono consulenza su come le nuove opzioni di attenuazione e controllo avranno un impatto su questi batteri.

Raccomandazioni e consulenza sulle misure di riduzione dei rischi
I dati raccolti dagli Stati membri dell’UE fungono da base per la definizione da parte dell’Unione di obiettivi per la riduzione di tali microrganismi negli animali da reddito e negli alimenti stessi. Grazie alle sue attività di consulenza scientifica, l’EFSA aiuta i decicori politici a individuare in anticipo gli effetti che le varie misure di controllo produrranno sulla salute pubblica. L’impatto dei programmi di riduzione del rischio sull’attuale presenza di zoonosi negli animali e negli alimenti, nonché sui relativi casi di infezione nell’uomo, viene quindi monitorato e poi analizzato nelle relazioni annuali di sintesi dell’Unione europea.

L'EFSA è assistita dai seguenti soggetti:

  • La Rete sui dati di monitoraggio delle zoonosi, rete paneuropea composta da rappresentanti nazionali e organizzazioni internazionali che assistono l'EFSA raccogliendo e condividendo informazioni sulle zoonosi ciascuno nel proprio Paese.
  • Il gruppo di esperti scientifici sui pericoli biologici e il gruppo di esperti scientifici sulla salute e il benessere degli animali, costituiti da esperti indipendenti che svolgono valutazioni del rischio e forniscono consulenza scientifica sulle zoonosi ai gestori del rischio dell’UE.