Un focolaio plurinazionale di Salmonella Agona probabilmente legato al consumo di alimenti pronti

In cinque Paesi europei sono stati segnalati 147 casi di persone infette da ceppi di Salmonella Agona: 122 si sono verificati a partire dall’inizio del 2017 mentre i rimanenti 25 sono stati individuati a posteriori tra il 2014 e il 2016.

Il numero di persone interessate segnalato in ciascun Paese ammonta a: 129 nel Regno Unito, 15 in Finlandia, 1 in Danimarca, 1 in Germania e 1 in Irlanda.

Sulla base delle informazioni disponibili, gli esperti dell’EFSA e del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) ritengono che la fonte dell’infezione potrebbe essere costituita da prodotti alimentari pronti, contenenti cetrioli e preparati nel Regno Unito. Tuttavia non sono riusciti a individuare il punto preciso della catena di produzione nel quale si è verificata la contaminazione.

Gli esperti hanno avvertito che, fino a quando non saranno individuati la fonte dell’infezione e il punto preciso di contaminazione nella catena di produzione, potrebbero verificarsi nuovi casi.

Media contacts

Relazioni Stampa EFSA
Tel. +39 0521 036 149
E-mail: Press@efsa.europa.eu