Richieste di valutazione di additivi per mangimi: quadro generale e procedure

L'EFSA ha messo in atto una serie di misure contingenti, come ad esempio l'obbligo per tutto il personale di lavorare da casa, onde poter rispettare le restrizioni introdotte dal governo italiano per contenere la diffusione della COVID-19. Per garantire continuità operativa nel trattamento delle richieste di autorizzazione di prodotti regolamentati nelle attuali circostanze, l'EFSA consentirà ad aziende e istituzioni richiedenti di trasmettere la propria documentazione all'Autorità via Internet mediante un software di propria scelta. Tali misure resteranno valide fino a nuovo avviso. Per ulteriori informazioni, compresi i recapiti da contattare, si prega di leggere la relativa notizia.

L'EFSA valuta la sicurezza e/o l’efficacia di additivi, sostanze o prodotti usati nei mangimi prima che vengano autorizzati per l'uso nell’UE. La Commissione europea decide se approvare o meno le richieste di autorizzazione di mangimi dopo la valutazione dell'EFSA.

La procedura di richiesta di valutazione di additivi per mangimi richiede la presentazione di:

  1. una richiesta di autorizzazione alla Commissione europea
  2. un fascicolo tecnico all'EFSA (esclusivamente in formato elettronico)
  3. tre campioni tipo dell’additivo per mangimi al laboratorio di riferimento dell'Unione europea.

Feed additives application procedure