L’EFSA condurrà una valutazione del rischio completa sull’aspartame

Dalla sua istituzione l'EFSA ha fornito consulenza alla Commissione europea riguardo alla sicurezza del dolcificante artificiale aspartame in quattro occasioni. Ogni volta l'Autorità ha riesaminato la necessità di valutare nuovamente il lavoro sull'aspartame effettuato in precedenza dal Comitato scientifico dell'alimentazione umana (SCF). Se fosse stata trovata alcuna prova che avesse indotto il gruppo di esperti scientifici a riconsiderare la sicurezza dell'aspartame, sarebbe stata avviata immediatamente una nuova valutazione.

Nel maggio del 2011 l'EFSA è stata incaricata dalla Commissione di condurre in anticipo una nuova, completa valutazione della sicurezza dell'aspartame, da consegnare nel 2012. L’esame di questo singolo dolcificante, il cui completamento era originariamente previsto per 2020, fa parte della nuova, sistematica valutazione di tutti gli additivi alimentari autorizzati nell'Unione europea.

L'EFSA ha accettato il mandato a condurre una nuova valutazione dell’aspartame, che prevede la necessità di emanare un invito pubblico a sottoporre nuovi dati e di effettuare un’approfondita disamina della letteratura scientifica. Oltre a ciò l'Autorità opererà in stretto coordinamento con l'Agenzia francese per la sicurezza sanitaria dell’alimentazione, l’ambiente e il lavoro (Anses) in merito alla valutazione nutrizionale in termini di rischi-benefici che quest’ultima ha condotto sugli edulcoranti.

Ulteriori informazioni sul pubblico bando per la presentazione di nuovi dati saranno pubblicati nelle prossime settimane sul sito web dell'EFSA.