In programma nuova valutazione dei rischi da diossine, dichiara l’EFSA

Una nuova dichiarazione scientifica dell’EFSA passa in rassegna i diversi livelli di sicurezza raccomandati per le diossine in alimenti e mangimi. L'EFSA raccomanda e ha ricevuto di recente una richiesta dalla Commissione europea di eseguire una valutazione globale dei rischi per la salute umana e animale legati alla presenza di diossine e PCB diossina-simili in alimenti e mangimi. Sarà questa la prima valutazione dei rischi da diossine nei mangimi effettuata dall’EFSA.

Diversi organismi hanno effettuato la valutazione dei rischi da diossine, che ha dato esito a raccomandazioni diverse in termini di livelli di sicurezza (noti come “valori guida per la salute”). Nello specifico l’EFSA ha analizzato i valori guida e gli approcci proposti dal disciolto Comitato scientifico sugli alimenti (della Commissione europa), dal Comitato congiunto di esperti FAO-OMS sugli additivi alimentari (JEFCA) e dall’Agenzia statunitense per la protezione dell’ambiente.

Le diossine e i PCB diossina-simili sono inquinanti presenti nell’ambiente come conseguenza, rispettivamente, di processi combustivi e di emissioni industriali. Tali inquinanti persistono nell’ambiente e possono penetrare nella catena alimentare. Tendono ad accumularsi negli esseri viventi e a essi sono associati pericoli e preoccupazioni per la salute  pubblica.