Nuovo coronavirus: dove trovare informazioni

Al momento non è di competenza dell’EFSA collaborare alle misure di reazione al focolaio epidemico in Cina in quanto non sono stati individuati alimenti quali fonte probabile o via di trasmissione del virus.

Si tratta di una situazione emergente, in rapida evoluzione, con indagini sui focolai d’infezione tuttora in corso, con molte incognite circa la virulenza e la patogenicità del virus, la gravità dei suoi effetti, i modelli di trasmissione, il serbatoio e la fonte dell’infezione. Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) sorveglia attentamente il focolaio e sta apprestando le opportune valutazioni del rischio per fungere da guida agli Stati membri dell'UE e alla Commissione europea nelle loro attività di risposta. A livello mondiale è l'Organizzazione mondiale della sanità che coordina le misure.

Le prime segnalazioni di casi di sindrome respiratoria acuta nella città cinese di Wuhan sono giunte alla fine di dicembre del 2019, quando le autorità cinesi individuarono un nuovo coronavirus, mai osservato prima nell’uomo, come il principale agente causale. Il focolaio infettivo si è poi rapidamente evoluto interessando altre parti del mondo, con i primi casi confermati nell'UE nel gennaio 2020.

Per maggiori informazioni e un elenco delle domande ricorrenti vedere il sito della Commissione europea: https://ec.europa.eu/health/coronavirus_it

Per contattarci
Giornalisti e addetti stampa sono pregati di contattare direttamente il nostro ufficio stampa. In tutti gli altri casi si prega di rivolgersi al servizio "Ask EFSA".

Contatti stampa

Relazioni Stampa EFSA
Tel. +39 0521 036 149
E-mail: Press@efsa.europa.eu

Per richieste di altro tipo

Servizio "Ask EFSA"