Servono algoritmi per l’estrazione di dati. Lanciata la seconda sfida di crowdsourcing EFSA.

Dopo un felice avvio nel 2017, l'EFSA ha lanciato una seconda sfida di crowdsourcing (esternalizzazione aperta) rivolta a "scienziati del pubblico" e appassionati di informatica.

Questa seconda sfida mira a reperire modalità per automatizzare le revisioni sistematiche, ovvero la fase di "estrazione dati" delle valutazioni scientifiche.

Il premio di US$ 28 000 (EUR 23 000) è destinato a esperti di software o esperti amatoriali di informatica in grado di creare algoritmi per l'estrazione di informazioni, atti a trarre dati pertinenti da un articolo scientifico in versione integrale. La sfida è stata lanciata l'11 aprile 2018 e dura 90 giorni fino al 10 luglio.

La prima sfida, tenutasi nel 2017, ricercava idee su come far visualizzare l'incertezza scientifica, cioè i limiti nelle conoscenze disponibili. Tre partecipanti da Australia e Stati Uniti hanno vinto premi alle idee per un valore compreso tra US$ 1 000 e 2 500.

Lo staff tecnico dell'EFSA sta studiando come le loro idee possano essere adattate alle attività dell'EFSA e utilizzate per supportare il nuovo approccio alla valutazione delle incertezze scientifiche.

Domande e risposte

Chi può partecipare?

Chiunque può candidarsi dopo essersi iscritto sulla Piattaforma InnoCentive. È semplice, veloce e richiede solo cinque semplici passaggi.

Perché i premi sono in dollari?

I "solver" (risolutori) iscritti alla piattaforma InnoCentive provengono da tutto il mondo, ecco perché i premi sono in dollari statunitensi.

In che modo l'EFSA è coinvolta nel crowdsourcing?

Nel 2015 l'EFSA ha avviato un progetto sul "crowdsourcing”: coinvolgere efficacemente le comunità nella valutazione dei rischi da alimenti e mangimi” per esplorare i rischi e le opportunità nell'applicare il crowdsourcing e la scienza dei cittadini con la finalità di raccogliere ed elaborare dati e accrescere l'apertura dell'EFSA.

Perché l'EFSA è interessata al crowdsourcing?

Diversi fattori rendono attraente il crowdsourcing: coinvolge il pubblico e le parti interessate nel processo di valutazione scientifica, amplia la base di evidenze, promuove la condivisione dei dati e il riutilizzo dei dati, fa utilizzare meglio le competenze, sollecita l'entusiasmo del pubblico e il sostegno alla scienza, e aumenta la trasparenza e fiducia nella scienza.

L'EFSA partecipa ad altre iniziative europee di crowdsourcing?

L'EFSA fa parte di Citizen Science Cost Action, in cui partecipa ad attività legate alla qualità scientifica, alla standardizzazione e all'interoperabilità dei dati.

Media contacts

Relazioni Stampa EFSA
Tel. +39 0521 036 149
E-mail: Press@efsa.europa.eu