Progettare il futuro: le agenzie dell’UE si riuniscono presso l’EFSA

La settimana scorsa i capi di 45 agenzie dell’UE si sono riuniti presso la sede dell’EFSA a Parma, in Italia, per discutere in merito a iniziative strategiche comuni. In particolare, hanno esaminato come lavorare assieme in maniera più efficiente per fornire un maggiore valore aggiunto ai cittadini europei, risparmiando allo stesso tempo il denaro dei contribuenti. La riunione, a cui hanno partecipato anche rappresentanti della Commissione europea, del Parlamento europeo e del Consiglio europeo, è stata ospitata dall’EFSA, nella sua qualità di attuale presidente della rete europea delle agenzie (EUAN). Le agenzie dell’UE operano in una vasta gamma di aree politiche, che vanno dalla salute all’ambiente, dalla migrazione alla sicurezza, dal commercio all’innovazione.

La riunione dei capi delle agenzie (6-7 luglio) si è enfatizzata sul progresso realizzato con riferimento alle azioni enumerate nel programma di lavoro della rete: maggiore condivisione dei servizi e delle risorse tra le agenzie, iniziative comuni per aumentare la creazione di valore in seno alle agenzie, in linea con le priorità strategiche dell’UE, migliore governance interna della rete, e una comunicazione più visibile sui servizi forniti dalle agenzie per i cittadini europei.

I capi delle agenzie hanno anche discusso sulle sfide attuali e future, e su come il modello delle agenzie dell’UE potrebbe essere rimesso a punto per affrontarle. In un intenso workshop dalla durata di mezza giornata, i partecipanti hanno esaminato la possibilità di condividere funzioni nella gestione delle risorse umane, nonché lo stato di avanzamento della Brexit e il possibile impatto sulle agenzie, con particolare riferimento al quadro finanziario pluriennale dell’UE per il 2020 e oltre.

Mettere in pratica le priorità

In una riunione distinta dei capi delle risorse delle agenzie dell’UE (5-6 luglio) i delegati hanno affrontato, tra l’altro, le implicazioni pratiche di messa in atto delle priorità strategiche. Tra gli esempi concreti si annoverano la gestione congiunta degli appalti, la condivisione dei servizi IT, le offerte di lavoro inter-agenzia, le norme di bilancio e di gestione del personale e l’accesso delle agenzie a SYSPER, lo strumento informatico di gestione delle risorse umane usato dalla Commissione e da altri organismi dell’UE.

Alberto Spagnolli, alto consulente politico dell’EFSA, ha affermato: "La prima riunione di alto livello dell’EFSA segna un’importante fase nella concretizzazione del programma di lavoro della rete per il 2017/18. Con una forte concentrazione sulla modernizzazione della gestione delle risorse umane e la predisposizione di sistemi efficienti attraverso l’innovazione e la cooperazione, la riunione ha segnato progressi nella generazione di un maggiore valore per i cittadini europei, contribuendo nel contempo al risparmio del denaro dei contribuenti."

La rete delle agenzie europee è costituita da 45 agenzie ubicate negli Stati membri dell’UE. Grazie alla condivisione di risorse e competenze, le agenzie incidono su un vasto numero di settori che condizionano la vita dei cittadini europei – dalla sicurezza alimentare e dai medicinali, fino alla polizia, la giustizia, la formazione professionale e le condizioni di lavoro, l’energia nucleare, la protezione ambientale, la ricerca, il trasporto e i sistemi satellitari.

L’EFSA è subentrata alla presidenza della rete nel marzo 2017, e rimarrà in tale carica fino al marzo 2018. Una seconda riunione di alto livello dell’EUAN è prevista per febbraio 2018.

Media contacts

Relazioni Stampa EFSA  
Tel. +39 0521 036 149
E-mail: Press@efsa.europa.eu