Esprimete la vostra opinione sulla nuova, imminente valutazione del BPA curata dall’EFSA

L'EFSA sarà lieta di ricevere commenti dal pubblico su una bozza di metodologia finalizzata alla sua nuova e imminente valutazione della tossicità del bisfenolo A (BPA), sostanza chimica ampiamente utilizzata nei materiali a contatto con gli alimenti. La bozza è descritta in un "protocollo scientifico" che definisce l’ambito, la metodologia e le esigenze in termini di dati prima che la valutazione abbia inizio nel 2018.

L’EFSA ha eseguito una esaustiva valutazione della sicurezza del BPA nel 2015, quando gli esperti scientifici dell'EFSA fissarono una dose giornaliera tollerabile su base provvisoria (t-TDI) per il BPA e si impegnarono a valutarne di nuovo la tossicità quando i risultati di approfonditi studi condotti negli Stati Uniti si rendessero disponibili. I nuovi dati contribuiranno a una più accurata valutazione dei possibili effetti sull'uomo già individuati nello studio EFSA sul BPA. La disamina dell'EFSA includerà anche altri studi pertinenti pubblicati dopo il dicembre 2012, data limite per la disamina di letteratura in vista dell’ultima revisione della sicurezza del BPA da parte dell'EFSA.

Anna Castoldi, scienziata EFSA che ha capeggiato l’elaborazione del protocollo, ha dichiarato: "E’ questa la prima consultazione pubblica che l’EFSA indice su un protocollo scientifico. Vogliamo dare a specialisti e membri del pubblico l'opportunità di dare contenuto a una valutazione scientifica dell'EFSA prima dell'inizio dei lavori. Siamo ansiosi di ricevere commenti, approfondimenti e suggerimenti, che ci aiuteranno a migliorare la trasparenza e la completezza di questo lavoro futuro".

Chi fosse interessato a questo studio dell'EFSA sul BPA avrà tempo fino al 3 settembre per inviare riscontri scritti sulle proposte tramite il modulo online. Il 14 settembre l'EFSA terrà a Bruxelles una riunione di verifica con i soggetti che avranno partecipato alla consultazione, onde discutere e consolidare i loro commenti ed eventuali commenti supplementari che potranno essere presentati al momento. Maggiori dettagli sulla riunione verrano diffusi nelle prossime settimane.

Piano della valutazione del prossimo anno

La bozza di protocollo descrive la pianificazione della valutazione del prossimo anno includendo peraltro:

  • Gli effetti potenziali sulla salute (ad esempio su riproduzione,  ghiandola mammaria, sistema nervoso) e le questioni specifiche da esaminare per ciascun tipo di effetto
  • I metodi per collazionare le evidenze: come effettuare una ricerca in letteratura scientifica, quali fonti di informazioni includere
  • I metodi di selezione degli studi: scelta e verifica delle banche dati, ammissibilità degli studi, criteri di inclusione/esclusione degli studi, tipi di studi (ad es. umani, animali)
  • I metodi per la raccolta di dati provenienti da studi (ad es. per garantire la qualità dei dati, per evitare studi di parte)
  • Gli specifici approcci per soppesare e integrare le evidenze scientifiche, stabilire una DGT completa per il BPA e valutare le incertezze.

Chi ha sviluppato la bozza di protocollo?

Un gruppo di lavoro internazionale istituito dall’EFSA ha sviluppato la bozza di protocollo sotto la guida del gruppo di esperti scientifici sui materiali a contatto con gli alimenti, gli enzimi, gli aromatizzanti e i coadiuvanti alimentari (CEF). Il gruppo CEF eseguirà la nuova valutazione del BPA, con inizio previsto nel 2018. Esperti di Danimarca, Francia, Germania, Paesi Bassi, Norvegia, Svezia e Svizzera sono stati nominati dai loro governi per partecipare al gruppo di lavoro sul protocollo e quattro scienziati indipendenti sono stati nominati dall'EFSA. Prima di avviare la presente consultazione pubblica, la bozza di protocollo è stata esaminata e convalidata dal gruppo scientifico CEF.

Media contacts

Relazioni Stampa EFSA  
Tel. +39 0521 036 149
E-mail: Press@efsa.europa.eu