Rapporto annuale EFSA sulla cooperazione scientifica nel 2016

La collaborazione e lo scambio di competenze professionali sono modalità efficaci per armonizzare la valutazione dei rischi, massimizzare le capacità di valutazione e ottimizzare l’uso delle risorse.

L’annuale rapporto EFSA sulla cooperazione scientifica illustra come l'Autorità abbia applicato questi principi per rafforzare i propri partenariati con partner europei e internazionali nel corso dell'anno scorso, così come previsto dalla cosiddetta “Tabella di marcia per la cooperazione scientifica 2014-2016”, concepita allo scopo di raggiungere la creazione di una comune agenda di valutazione dei rischi, in base alla quale le priorità chiave per la sicurezza alimentare siano concordate congiuntamente da Stati membri ed EFSA.

Gli Stati membri assumono sempre più un ruolo guida

Gli Stati membri hanno continuato a ricoprire un ruolo di primo piano nello stabilire le priorità e orientare le attività tramite il foro consultivo dell'EFSA. Al riguardo l'attività dei Focal Points rimane un fattore essenziale per l'attuazione di molti progetti chiave a livello di Stati membri.

L'anno scorso ha visto anche la prosecuzione dell’allargamento della collaborazione tra Stati membri dell'UE, i quali hanno proposto una serie di progetti scientifici congiunti e individuato partner per lavorare a obiettivi comuni nei prossimi anni.

Nel settembre 2016, con un importante atto formale, gli Stati membri hanno ribadito il proprio sostegno all'EFSA e al suo operato. Con una formale dichiarazione di impegno hanno concordato una serie di azioni e attività che garantiranno che l'EFSA e i membri del foro consultivo possano affrontare insieme le sfide future alla sicurezza alimentare e proteggere in tal modo i consumatori europei.

Investire nel potenziamento delle capacità

Di fronte a crescenti sfide e conoscenze scientifiche in rapida evoluzione è importante che l'EFSA continui a investire nella costruzione delle capacità scientifiche. Di conseguenza l'anno scorso l'EFSA ha varato il primo Programma europeo di borse di studio in valutazione del rischio alimentare, che offre a scienziati dell'UE un'opportunità unica di accrescere le proprie conoscenze ed esperienze nella valutazione dei rischi per la sicurezza alimentare.

Per saperne di più, leggete il testo completo del rapporto sulla cooperazione scientifica internazionale dell'EFSA nel 2016.