L'EFSA e i portatori di interesse discutono la bozza di linee guida in tema di allergenicità

L'EFSA ha discusso con i portatori di interesse i commenti ricevuti durante una consultazione pubblica sulla propria bozza di linee guida in tema di allergenicità delle piante geneticamente modificate (GM). Oltre 60 esperti scientifici, rappresentanti degli Stati membri, organizzazioni non governative, industria e gruppi di pazienti, nonché partner internazionali, rappresentanti di organismi di regolamentazione e della Commissione europea hanno accettato l'invito dell'EFSA.

Rispecchiare i nuovi sviluppi scientifici

La valutazione del potenziale allergenico è parte integrante della valutazione complessiva dei rischi da piante GM prima della loro autorizzazione sul mercato dell'Unione europea. La guida integrativa in tema di allergenicità rispecchierà i progressi tecnici nel campo e le nuove risultanze scientifiche, dal momento che la guida corrente risale al 2011.

Reagendo a oltre 200 commenti ricevuti dal pubblico, l'EFSA ha presentato tre proposte sulle questioni principali contenute nelle linee guida: valutazione in vitro della digeribilità; allergenicità endogena e reazione immunitaria avversa non mediata da IgE. La vivace discussione ha arricchito di preziosi spunti la messa a punto del documento contenente le linee guida, la cui pubblicazione è prevista per maggio del 2017. 

Interazione con i portatori di interesse

Questo recente incontro è un segno tangibile dell’impegno dell'EFSA a coinvolgere i portatori di interesse nei suoi processi scientifici nell’ambito dell’iniziativa “per un’EFSA aperta”. Usando un nuovo approccio sperimentale per incrementare la trasparenza e l’apertura, è stato istituito un gruppo di discussione di otto membri, con funzione consultiva durante tutta l’elaborazione del documento. Il primo incontro con i portatori di interesse si è tenuto nel giugno 2015, occasione in cui l'EFSA ha sollecitato riscontri sul documento prima della stesura provvisoria.

I rappresentanti del gruppo di lavoro dell'EFSA che ha sviluppato il documento e i rappresentanti dei portatori di interesse all’interno del gruppo di discussione hanno espresso grande soddisfazione per questo approccio. Tutti hanno concordato sul fatto che la bozza del documento abbia grandemente beneficiato dell’approccio inclusivo applicato durante la sua fase di sviluppo.

Media contacts

Relazioni Stampa EFSA
Tel. +39 0521 036 149
E-mail: Press@efsa.europa.eu