L'EFSA incrementa l'accesso del pubblico ai propri dati

L'EFSA ha reso pubbliche le statistiche riguardanti i dati sui contaminanti chimici e sui consumi alimentari che vengono usate per le sue valutazioni del rischio. Tali statistiche sono accessibili dal nuovo data warehouse (magazzino digitale dei dati) dell'EFSA. 

"Si tratta del più recente e importante passo verso il miglioramento dell'accessibilità ai dati raccolti dall'EFSA, una delle principali sfide strategiche per l'Autorità," ha commentato Mary Gilsenan, responsabile dell’Unità “Gestione dati” all’EFSA.

L'EFSA ha reso ora disponibili le statistiche sul rilevamento della frequenza di contaminanti in alimenti e mangimi in vari Paesi , nonché sul consumo di alimenti per varie fasce d’età (ad esempio valori medi e percentili).

"Strumenti di facile utilizzo permettono una visualizzazione interattiva tramite tabelle, cartine e grafici", ha dichiarato Stefano Cappè, gestore dei dati dell’EFSA e responsabile del progetto.

A febbraio l'EFSA ha pubblicato le norme di accesso al data warehouse, che sono state concordate con gli Stati membri.

Nel corso del 2015 i fornitori di dati e il personale scientifico dell'EFSA hanno avuto per primi accesso al magazzino dati EFSA come gruppo pilota.

Nei prossimi anni l'EFSA metterà quanto più possibile a disposizione i dati che raccoglie e riunisce tramite le proprie reti degli Stati membri dell'UE e tramite altri fornitori di dati.

“All'inizio del prossimo anno l'EFSA svilupperà simili modalità di presentazione anche per le raccolte di dati su microrganismi zoonotici in alimenti, mangimi e animali; resistenza agli antimicrobici; residui di pesticidi nei cibi; e rischi chimici da alimenti e mangimi ", ha aggiunto Cappè.

Contatti per la stampa:
Tel. +39 0521 036 149
E-mail: Press [at] efsa.europa.eu