Xylella: valutato il rischio per le piante dell’UE

L’EFSA ha eseguito una valutazione del rischio fitosanitario e delle possibili misure di riduzione del rischio da Xylella fastidiosa, batterio che ha colpito parecchie migliaia di ettari di oliveti in Puglia, Italia Meridionale.

Xylella fastidiosa, che ha interessato oltre 300 specie di piante sia coltivate che spontanee nel mondo, viene trasmesso da alcuni tipi di insetti, le “sputacchine” e le “cicaline”, che si nutrono di linfa grezza.

L’EFSA raccomanda di proseguire e intensificare le attività di ricerca sulla gamma dei possibili organismi ospite, sull’epidemiologia e sul controllo della X. fastidiosa in Puglia, dove si è sviluppato l’unico focolaio su campo dell’Unione europea.