L'EFSA propone una riduzione dei tenori massimi di zinco nei mangimi

L'EFSA ha proposto una riduzione del contenuto massimo di zinco ammesso nei mangimi destinati a tutte le specie animali. Si stima che, grazie ai nuovi livelli proposti, la quantità di zinco nel letame liberato nell'ambiente si ridurrà di circa il 20%. La riduzione del contenuto massimo di zinco ammesso nei mangimi garantisce la sicurezza dei consumatori, la salute e il benessere degli animali, e non influisce sulla produttività degli animali. Per portare a termine la propria valutazione del rischio, l'EFSA ha esaminato la letteratura scientifica disponibile sull’argomento, nonché i dati trasmessi dalle autorità nazionali dei Paesi europei e dalle parti interessate.