L’EFSA accoglie 500 visitatori mentre l'Europa celebra l'unità

Notizia
8 maggio 2013

Sabato scorso, 4 maggio, l'EFSA ha aperto le proprie porte ai Parmigiani nell’ambito delle celebrazioni per la Festa dell'Europa. Oltre 500 persone hanno visitato la sede dell'Autorità in viale Piacenza per l’annuale giornata Porte Aperte, ansiosi di ascoltare come l'EFSA contribuisce a proteggere i cittadini europei mediante le sue attività di valutazione scientifica del rischio.

La Festa dell'Europa (che ricorre il 9 maggio) si svolge quest'anno nel contesto dell'Anno europeo dei cittadini 2013, che mira a mettere in luce i diritti conseguenti la cittadinanza dell'Unione europea. Durante tutto l’anno l'Unione incoraggia il dialogo tra tutti i livelli di governo, la società civile e le imprese per sviluppare la visione dell’UE per il 2020.

Il pomeriggio di dialogo tra l’EFSA e i suoi vicini italiani ha compreso una serie di attività interattive e coinvolgenti che si sono concluse con un animato dibattito dal titolo "Voglia d’Europa", che ha visto la partecipazione di circa 150 persone.

Rivolgendosi al pubblico intervenuto, Catherine Geslain-Lanéelle, Direttore esecutivo EFSA, ha dichiarato: "Lo scopo dell'Anno europeo dei cittadini è quello di incoraggiare il dialogo tra cittadini, istituzioni e società civile. La cittadinanza UE non è un concetto vuoto, ma una condizione concreta dalla quale discendono alcuni diritti importanti. L'EFSA è lieta di celebrare questa iniziativa e discutere del futuro dell'Europa assieme ai cittadini di Parma, ai rappresentanti dell'Unione europea e ai suoi partner locali ".

Gli intervenuti hanno discusso del futuro dell'Unione con il personale dell'EFSA, inclusa Catherine Geslain-Lanéelle, con Federico Pizzarotti, sindaco di Parma, e con Fabrizio Spada, rappresentante della Commissione europea a Milano. L’ampio dibattito ha affrontato domande quali: come aumentare tra i cittadini europei la consapevolezza del lavoro che svolge l’UE, la ricerca di un'identità comune tra le diverse nazioni, e in che modo gli Stati membri possono collaborare meglio in tempi di crisi.

Prima del dibattito ci sono svolti incontri informativi su temi come il ruolo dell'EFSA nel sistema europeo di sicurezza alimentare; i rischi e i benefici derivanti dai pesticidi; il benessere degli animali; e le indicazioni sulla salute apposte sui prodotti alimentari. I visitatori si sono inoltre intrattenuti con esperti dell'EFSA ad appositi tavoli di discussione chiamati "Incontra l’esperto" ove si è discusso di questi e altri temi come gli organismi geneticamente modificati (OGM), la salute delle piante, le zoonosi, gli additivi alimentari, e la nutrizione.

Ai bambini e al loro divertimento era riservata una speciale area di giochi interattivi dove si insegnavano nozioni di scienza dell'alimentazione. E il “cinema” EFSA ha proiettato la serie di video prodotti dell'Autorità col titolo “Capire la scienza”, ove si spiegano gli elementi scientifici che stanno alla base delle molteplici e diverse sfere di lavoro dell'EFSA.


Note per i redattori:

Nota anche come “Schuman Day”, la Festa dell'Europa commemora la storica dichiarazione fatta dal Ministro degli Esteri francese Robert Schuman nel 1950: Schuman propose la messa in comune delle industrie del carbone e dell'acciaio francesi e tedesco-occidentali , che portò alla creazione della Comunità europea del carbone e dell'acciaio, prodromo di una federazione europea.

Per informazioni i giornalisti possono rivolgersi al servizio:
Relazioni Stampa EFSA
Tel. +39 0521 036 149
E-mail: Press@efsa.europa.eu