L’EFSA pubblica linee guida per la valutazione del rischio relativo al benessere animale

Notizia
25 gennaio 2012

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha pubblicato linee guida pionieristiche che definiscono per la prima volta una metodologia standardizzata per la valutazione del rischio relativo al benessere animale. La metodologia, basata su un approccio graduale, è progettata per essere applicata a tutte le specie animali e a tutti i fattori che incidano sul benessere animale, tra cui la stabulazione, il trasporto, lo stordimento e la macellazione. L’elaborazione delle linee guida rappresenta un rafforzamento dell’impegno dell’EFSA ad assicurare che tutte le sue attività sul benessere animale siano basate su solide metodologie scientifiche. Le linee guida saranno applicate dal gruppo di esperti scientifici dell’EFSA sulla salute e il benessere degli animali (AHAW) per l’elaborazione dei futuri pareri scientifici sui rischi associati al benessere animale e concorrono all’attuazione della strategia dell’Unione europea (UE) per il benessere degli animali 2012-2015, di recente adozione.

Philippe Vannier, presidente del gruppo di esperti AHAW dell’EFSA ha dichiarato: “Queste linee guida, attese con grandissimo interesse, saranno una componente importante del corpus di letteratura scientifica sul benessere animale. La loro elaborazione è stata resa possibile dalla dedizione e dall’esperienza degli esperti scientifici dell’EFSA e degli esperti esterni che vi hanno partecipato. Per la prima volta gli scienziati, i veterinari e tutti i soggetti aventi interesse al benessere animale possono seguire una metodologia pratica e armonizzata per valutare i rischi associati al benessere degli animali da allevamento.

La valutazione del rischio è un settore specialistico delle scienze applicate che si occupa dell’esame dei rischi connessi a fattori (o pericoli) specifici. Nel caso del benessere animale, per fattore s’intende un elemento in grado di incidere sul benessere dell’animale, ad esempio le condizioni di stabulazione, i metodi di trasporto dall’allevamento al macello o le modalità di macellazione. Fino ad ora non esistevano specifiche linee guida a livello internazionale sulla valutazione del rischio del benessere animale, e gli esperti scientifici impegnati in questo tipo di attività hanno pertanto utilizzato approcci differenti.

Il quadro metodologico proposto nell’attuale documento guida prende le mosse dalla formulazione del problema, un importante processo in cui valutatore e gestore del rischio collaborano a definire lo scopo, la portata e l’oggetto della valutazione del rischio relativo al benessere animale. Questo stadio è seguito da tre fasi fondamentali: valutazione dell’esposizione (definizione del livello e della durata dell’esposizione ai fattori); caratterizzazione delle conseguenze (descrizioni degli effetti che l’esposizione ai fattori avrà sul benessere) e caratterizzazione del rischio (stima della probabilità che si verifichino effetti avversi al benessere e della relativa entità, tenuto conto delle eventuali incertezze e supposizioni associate alla valutazione del rischio).

Il documento guida contribuisce a determinare le priorità nelle attività scientifiche dell’EFSA relative al benessere animale. Inoltre, insieme al lavoro attualmente svolto dall’Autorità sull’impiego di misure basate sull’animale per valutare il benessere degli animali da allevamento, aiuterà gli scienziati, i veterinari e gli allevatori a elaborare efficaci piani di controllo e di monitoraggio del benessere a livello di singolo allevamento. In futuro l’applicazione di tali piani dovrebbe fornire riscontri utili sull’affidabilità dell’approccio di valutazione del rischio proposto nelle linee guida suddette, consentendo di perfezionare la metodologia proposta.

Le linee guida sono inoltre intese a integrare le attività della Commissione europea nel settore del benessere animale e fanno seguito alla pubblicazione della nuova strategia dell’UE per il benessere degli animali 2012-2015. L’EFSA presenterà i suoi recenti lavori sulla valutazione del rischio associato al benessere animale in occasione di una conferenza internazionale a Bruxelles (29 febbraio – 1° marzo 2012), organizzata dalla Commissione europea e dalla Presidenza danese dell’UE, dal titolo “Attuazione del benessere animale mediante la nuova strategia dell’UE: conferimento di responsabilità al consumatore e opportunità di mercato”.

Per informazioni i giornalisti possono rivolgersi al servizio:
Relazioni Stampa EFSA
Tel. +39 0521 036 149
E-mail: Press@efsa.europa.eu