L’EFSA aggiorna i consigli ai consumatori sul consumo di germogli a seguito dei focolai di E. coli registrati in Germania e in Francia nel 2011

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha riveduto oggi i propri consigli ai consumatori in merito al consumo di germogli e di semi destinati alla germinazione. Dopo l’insorgenza di focolai di E. coli in Francia e in Germania all’inizio di quest’anno, la Commissione europea ha informato l’EFSA che gli Stati membri dell’UE hanno completato le attività di tracciatura lungo la filiera alimentare. Con il ritiro dal mercato di tutti gli Stati membri della fonte più probabile di alimenti contaminati (uno specifico lotto di semi di fieno greco importato dall’Egitto) e le restrizioni all’importazione ancora in atto, l’Autorità ha cessato di consigliare ai consumatori “di non coltivare germogli per il proprio consumo personale e di non mangiare germogli o semi germogliati a meno che non siano stati sottoposti a un’accurata cottura”. L’EFSA raccomanda ai consumatori di fare riferimento alle agenzie nazionali di sicurezza alimentare per qualsiasi consulenza specifica in materia di consumo di germogli.

L’Autorità coglie l’occasione per ricordare ai consumatori l’importanza delle buone prassi igieniche nella preparazione e nel consumo di verdure fresche: ad esempio lavare le mani prima di preparare gli alimenti, lavare accuratamente gli alimenti con acqua corrente potabile e separare gli alimenti crudi da quelli pronti o cotti.

L’aggiornamento è corredato dalla pubblicazione di una relazione scientifica che fornisce una panoramica completa di quanto accaduto dal punto di vista della sicurezza alimentare durante l’insorgenza dei focolai di E. coli 0104:H4 che hanno causato quasi 50 decessi in Europa, facendone uno dei focolai di origine alimentare più vasti mai riferiti nell’UE da decenni.

Il gruppo di esperti scientifici dell’EFSA sui pericoli biologici sta eseguendo, su richiesta della Commissione europea, una valutazione del rischio sul ciclo produttivo nell’UE di germogli e semi destinati alla germinazione e pubblicherà un parere scientifico nelle prossime settimane.

Media contacts

Relazioni Stampa EFSA
Tel. +39 0521 036 149
E-mail: Press@efsa.europa.eu