Dichiarazione dell'EFSA: L'EFSA valuta il rischio del prodotto primario FF-B

L’EFSA sta attualmente valutando la sicurezza di alcuni aromatizzanti di affumicatura. L’impiego di questi prodotti, che sono aggiunti ad una serie di alimenti, fino a poco tempo fa non richiedeva alcuna procedura di autorizzazione in Europa. L’EFSA sta valutando le richieste di autorizzazione pervenute da ditte produttrici per determinare la sicurezza dei loro prodotti primari di aromatizzanti di affumicatura, al fine di informare i decision makers europei in merito all’autorizzazione del loro impiego negli alimenti.

Uno degli aromatizzanti di affumicatura in esame, denominato “prodotto primario FF-B”, ha destato preoccupazione. Il gruppo AFC dell’EFSA[1], è giunto alla conclusione che il prodotto primario FF-B possa essere considerato leggermente genotossico in vivo (poiché degli esperimenti condotti su animali hanno dimostrato che questo prodotto può danneggiare il DNA, il materiale genetico presente nelle cellule). Pertanto il gruppo scientifico non ha potuto stabilirne la sicurezza qualora sia utilizzato negli alimenti.

L’EFSA ha inviato la valutazione del rischio alla Commissione per assisterla nel mettersi in condizione di considerare la necessità di qualunque ulteriore misura. Il 23 di aprile, il richiedente l’autorizzazione ha informato l’EFSA della decisione da parte della ditta di ritirare la sua richiesta di autorizzazione e di cessare ogni attività di trasporto marittimo verso l’Europa del prodotto primario FF-B o di prodotti derivati.

L’EFSA sta proseguendo la sua attività di valutazione della sicurezza dei rimanenti aromatizzanti di affumicatura per i quali sono state presentate domande di autorizzazione.

Informazioni di base

Regolamento sugli aromatizzanti di affumicatura 

Il Parlamento europeo e il Consiglio hanno stabilito delle procedure comunitarie per la valutazione della sicurezza e l’autorizzazione degli aromatizzanti di affumicatura utilizzati o destinati a essere utilizzati negli o sugli alimenti[2]. Ai sensi di tale regolamento, un aromatizzante di affumicatura può essere autorizzato soltanto se sia sufficientemente dimostrato che non presenti rischi per la salute umana. In base ai pareri dell’EFSA relativi alla sicurezza, la Commissione europea redigerà un elenco dei cosiddetti “prodotti primari” (vedi definizione più sotto) autorizzati nell’UE per essere utilizzati come tali negli o sugli alimenti oppure nella produzione di aromatizzanti di affumicatura derivati da utilizzare negli o sugli alimenti.

Ai sensi del regolamento, le richieste di autorizzazione iniziali per l’inserimento di un prodotto primario nell’elenco “positivo” degli aromatizzanti di affumicatura autorizzati devono essere presentate dai produttori all’autorità competente di uno Stato membro dell’UE. Le domande e i relativi fascicoli vengono quindi trasmessi all’EFSA, che ne effettua la valutazione di sicurezza. L’EFSA ha ricevuto nel complesso 16 domande relative a prodotti primari aromatizzanti di affumicatura. Di queste 16 domande, 2 non erano valide e una è stata ritirata dal richiedente, che non è stato in grado di fornire il fascicolo scientifico richiesto per consentire lo svolgimento di una valutazione adeguata. Le rimanenti 12 domande sono attualmente in fase di esame da parte del gruppo AFC dell’EFSA.

Che cos’è un prodotto primario? Gli aromatizzanti di affumicatura liquidi sono prodotti per degradazione termica controllata del legno in presenza di una quantità limitata di ossigeno (pirolisi), successiva condensazione dei vapori e frazionamento dei risultanti prodotti liquidi. Gli aromatizzanti di affumicatura liquidi derivano da condensati di fumo.

Affumicatura tradizionale
L’affumicatura di alimenti per mezzo di fumo appena prodotto è utilizzata da migliaia di anni per conservare derrate alimentari. Tale processo, che si applica tradizionalmente a taluni alimenti deperibili come il pesce e la carne, modifica anche il colore e il sapore di questi alimenti. Gli aromatizzanti di affumicatura liquidi sono usati da molti anni al posto dell’affumicatura tradizionale che può generare sostanze indesiderate pericolose per la salute umana.

Per ulteriori informazioni
Sui dati tecnici e amministrativi o sui test tossicologici richiesti si rimanda alla “Guidance from the AFC Panel on submission of a dossier on a Smoke Flavouring Primary Product for evaluation by EFSA” (“Guida del gruppo AFC per la presentazione di un fascicolo relativo a un prodotto primario aromatizzante di affumicatura ai fini della valutazione da parte dell’EFSA”) all’indirizzo  http://www.efsa.europa.eu/it/scdocs/scdoc/790.htm  

Per maggiori informazioni si consiglia di consultare le minute della 22° riunione plenaria del gruppo AFC (17-19 aprile 2007)  http://www.efsa.europa.eu/it/events/event/afc070417.htm  

Il testo integrale della valutazione del rischio è disponibile sul sito internet dell’EFSA: http://www.efsa.europa.eu/it/efsajournal/pub/20r.htm

[1] Gruppo di esperti scientifici dell’EFSA sugli additivi alimentari, gli aromatizzanti, i coadiuvanti tecnologici e i materiali a contatto con gli alimenti (AFC)
[2] Regolamento (CE) n. 2065/2003

Media contacts

Relazioni Stampa EFSA
Tel. +39 0521 036 149
E-mail: Press@efsa.europa.eu