Xylella fastidiosa: "Insieme si possono trovare le soluzioni”

"L'intero territorio dell'UE è a rischio di Xylella fastidiosa e più la comunità scientifica lavorerà assieme a questo tema, più rapidamente troveremo soluzioni per combattere questo patogeno delle piante". Così Claude Bragard, presidente del gruppo di esperti scientifici EFSA sulla salute dei vegetali, ha riassunto l'importanza della conferenza su X. fastidiosa tenutasi questa settimana in Corsica.

Circa 350 specialisti di salute delle piante provenienti da tutto il mondo hanno partecipato alla conferenza per due giorni di intensi dibattiti su come la scienza possa aiutare a trovare soluzioni per la lotta agli organismo nocivi ai vegetali che causano danni ambientali ed economici in tutta Europa. Centinaia di persone hanno seguito i lavori attraverso la diretta streaming via web dell'evento.

Il Prof. Bragard ha elogiato l'impegno dei partecipanti alla conferenza con le seguenti parole: "La scienza non dovrebbe stare in una torre d'avorio, ma viene usata al meglio se condivisa per contribuire al sapere collettivo".

Giuseppe Stancanelli, dirigente del settore “Salute dei vegetali” all’EFSA, ha aggiunto: "Ecco un’altra conferenza di successo, dopo l'evento che abbiamo tenuto a Maiorca due anni fa, con centinaia di esperti da molti Paesi riunitisi per discutere di ciò che si sa su Xylella e di quali ricerche siano ancora necessarie.

"Quello che abbiamo appreso oggi apre la strada a una miglior comprensione di quali siano le nuove ricerche e le nuove scoperte scientifiche prioritarie per aiutarci a comprendere e controllare meglio uno dei batteri delle piante più pericolosi al mondo".

La conferenza è stata organizzata congiuntamente da EFSA; Istituto nazionale francese per la ricerca agricola (INRA); Agenzia francese per l'alimentazione, l'ambiente e la salute e sicurezza sul lavoro (ANSES); Ufficio Ambiente della Corsica (OEC) tramite il suo dipartimento Conservatoire Botanique National de Corse; i progetti finanziati dall'UE POnTE, XF-ACTORS, CURE-XF e EuroXanth; e la rete Euphresco per il coordinamento e il finanziamento alla ricerca fitosanitaria.

Per contattarci
Giornalisti e addetti stampa sono pregati di contattare direttamente il nostro ufficio stampa. In tutti gli altri casi si prega di rivolgersi al servizio "Ask EFSA".

Contatti stampa

Relazioni Stampa EFSA
Tel. +39 0521 036 149
E-mail: Press@efsa.europa.eu

Per richieste di altro tipo

Servizio "Ask EFSA"