Alla sua 51a riunione il consiglio di amministrazione adotta la strategia scientifica 2012-2016 e la politica EFSA sull'indipendenza e sui processi decisionali nella scienza

Notizia -  Warsaw , 15 dicembre 2011

Audiocast and documents  | Minutes 

I membri del consiglio di amministrazione dell'Autorità europea per la sicurezza alimentare hanno adottato la strategia scientifica per il periodo 2012-2016 e la politica sull'indipendenza e sui processi decisionali dell'EFSA in ambito scientifico. Il consiglio di amministrazione ha anche adottato il piano di gestione e il bilancio preventivo per il 2012. Più del 10 % del budget di 78,8 milioni di euro è dedicato alla promozione della cooperazione scientifica con gli Stati membri mediante l’esternalizzazione di lavori scientifici preparatori, con un aumento di 1 milione di euro in contratti e sovvenzioni rispetto al 2010. 

Riuniti a Varsavia, i membri del consiglio di amministrazione hanno adottato la strategia scientifica, che illustra le modalità con cui l'EFSA intende continuare a sostenere il sistema europeo di sicurezza alimentare nei prossimi cinque anni, facendo fronte alle richieste che le verranno poste. Ispirato al piano strategico istituzionale dell'EFSA per il periodo 2009-2013, il documento è stato sottoposto a un processo di ampia consultazione con il personale, le parti interessate, le istituzioni europee partner, le autorità nazionali, il comitato scientifico e il foro consultivo dell'EFSA ed è stato oggetto di consultazione pubblica. 

La consultazione ha confermato gli obiettivi principali della strategia scientifica, ossia sviluppare ulteriormente l'eccellenza scientifica dell'EFSA e altri valori fondamentali quali apertura, trasparenza, indipendenza e prontezza di reazione; ottimizzare l'uso della capacità europea di valutazione del rischio in tutta l'UE; sviluppare e armonizzare metodologie e approcci di valutazione dei rischi associati alla catena alimentare e rafforzare le basi scientifiche sui cui poggiano la valutazione e il monitoraggio del rischio.

Questa ambiziosa strategia garantirà che l’EFSA possa continuare a fornire il proprio supporto al sistema europeo di sicurezza alimentare negli anni a venire con valutazioni del rischio aggiornate e fondate su dati scientifici. Così facendo, essa contribuisce a migliorare la salute e il benessere degli esseri umani e degli animali nonché la salute delle piante. Con il suo contributo l’EFSA non solo adempie alla sua missione di proteggere i consumatori ma pone le basi per un contesto normativo per gli operatori economici che sia sì esigente ma anche prevedibile. Tutto ciò favorisce l’innovazione tecnologica, sostenendo, di conseguenza, una crescita sostenibile.

La strategia delinea anche come l'EFSA può posizionarsi in prima linea nello sviluppo e nell’attuazione di metodologie e prassi di valutazione dei rischi-benefici sia in Europa che a livello internazionale. L'EFSA continuerà ad ampliare il suo approccio al di là della mera sicurezza per includere settori quali i benefici per la salute e la valutazione del rischio ambientale. Facendo strada nella metodologia di valutazione del rischio in settori chiave, l'EFSA sosterrà inoltre l'ulteriore sviluppo di un approccio armonizzato e omogeneo per la valutazione dei rischi per la salute umana derivanti dalle miscele chimiche in alimenti e mangimi.

I membri del consiglio di amministrazione hanno adottato la politica sull'indipendenza e sui processi decisionali in ambito scientifico, che riunisce e rafforza tutte le misure messe in atto dall'EFSA per garantire l'obiettività della propria consulenza scientifica. Risultati scientifici di qualità elevata richiedono processi decisionali scientifici trasparenti, aperti e imparziali. Tutti questi aspetti sono fondamentali per aumentare ulteriormente la fiducia nell'attività scientifica dell'EFSA.

La bozza del documento è stata modificata per tenere conto di alcune osservazioni ricevute durante una consultazione pubblica, fra cui quelle espresse nel corso di un seminario di consultazione svoltosi in ottobre al quale hanno partecipato 140 parti interessate in rappresentanza di tutta la catena alimentare.

La politica individua i settori in cui sono possibili dei miglioramenti, che l'EFSA attuerà nel 2012, fra cui la semplificazione e il chiarimento delle norme relative all'individuazione e alla gestione dei conflitti di interesse; l'aumento delle informazioni sul modo in cui vengono prese le decisioni sui conflitti di interesse indicando in maniera trasparente gli interessi ammissibili e quelli incompatibili; il rafforzamento delle procedure riguardanti l'abuso di fiducia e la modifica della definizione di conflitto di interessi per tenere conto in maniera più adeguata delle linee guida dell'OCSE.

Inoltre, nell'ambito degli sforzi compiuti dall'EFSA per accrescere l'apertura e la trasparenza, l'Autorità intende intraprendere una nuova iniziativa nel 2012 invitando osservatori delle parti interessate ad alcune riunioni dei gruppi di esperti scientifici per consentire loro di assistere allo svolgimento del processo di valutazione del rischio.

Nel suo piano di gestione per il 2012, l'EFSA pone in evidenza le sue principali competenze nel campo della salute pubblica derivanti dalle priorità europee relative alle malattie di origine alimentare e alla nutrizione, fra cui, inter alia, l'ispezione delle carni, le zoonosi, i contaminanti chimici come il mercurio, i valori dietetici di riferimento e la valutazione del rischio cumulativo delle miscele chimiche. La valutazione dei prodotti regolamentati e delle indicazioni continuerà a essere un elemento saliente del programma di lavoro dell'EFSA, con il sostegno dell'unità Assistenza alle richieste di valutazione, di nuova creazione.

Nel 2012 l'EFSA celebrerà il suo decimo anniversario e in gennaio si trasferirà nella sua nuova sede a Parma. L'EFSA presenterà il suo primo piano pluriennale e riesaminerà la sua cooperazione scientifica con gli Stati membri allo scopo di adottare un approccio pluriennale più strategico, in particolare per quanto riguarda il suo programma di sovvenzioni e appalti. La valutazione esterna dell'EFSA attualmente in corso fornirà indicazioni riguardo alla futura evoluzione delle prassi di lavoro dell'EFSA e alla possibilità di introdurre il pagamento di diritti, che la Commissione europea sta al momento considerando. Sempre nel 2012 saranno rinnovati i membri di otto gruppi di esperti scientifici[1] e del comitato scientifico dell'EFSA per un periodo di tre anni. 

Per informazioni i giornalisti possono rivolgersi al servizio:
Relazioni stampa EFSA
Tel. +39 0521 036 149
E-mail: Press@efsa.europa.eu


[1] Gli otto gruppi di esperti scientifici da rinnovare sono: il gruppo di esperti scientifici sulla salute e il benessere degli animali (AHAW); il gruppo di esperti scientifici sui pericoli biologici (BIOHAZ); il gruppo di esperti scientifici sui contaminanti nella catena alimentare (CONTAM); il gruppo di esperti scientifici sulla salute dei vegetali (PLH); il gruppo di esperti scientifici sugli additivi e le sostanze o i prodotti usati nei mangimi (FEEDAP); il gruppo di esperti scientifici sui prodotti dietetici, l’alimentazione e le allergie (NDA); il gruppo di esperti scientifici sugli organismi geneticamente modificati (GMO); il gruppo di esperti scientifici sui prodotti fitosanitari e i loro residui (PPR).

 

Audiocast and documents

  1. Welcome and opening of the meeting by the Chair

    Audio 

  2. Adoption of the draft agenda

    Audio  |  Document (0.2 Mb)

  3. Adoption of the minutes of the 50th MB meeting

    Audio  |  Document (0.3 Mb)

  4. ED progress report

    Audio  |  Document (0.4 Mb)  |  Presentation (0.7 Mb)

  5. Science strategy 2012-2016

    Audio  |  Document (1.0 Mb)  |  Presentation (0.2 Mb)

  6. Draft management plan 2012

    Audio  |  Document (1.4 Mb)  |  Presentation (0.3 Mb)

  7. Draft budget and establishment plan 2012

    Audio  |  Document (1.0 Mb)

  8. Policy on independence and quality of scientific decision making process

    Audio  |  Document (0.4 Mb)  |  Presentation (0.2 Mb)

    • Public consultation on Policy on Independence – Technical report

      Document (0.8 Mb)

  9. Value of the audio-casting of the MB meetings

    Audio  |  Document (0.2 Mb)  |  Presentation (0.7 Mb)

  10. Amendments to the Art. 36 list of organisations

    Audio  |  Document (0.8 Mb)

  11. Budget execution and year end forecast 2011

    Audio  |  Document (0.3 Mb)  |  Presentation (0.1 Mb)

  12. Transfers in the EFSA budget 2011

    Audio  |  Document (0.6 Mb)  |  Presentation (0.2 Mb)

  13. Update on external evaluation of EFSA

    Audio 

  14. Update on EFSA's final seat

    Audio  |  Presentation (0.1 Mb)

  15. AOB

    Audio 

Minutes