L’EFSA conclude la consultazione pubblica sulla propria politica in materia di indipendenza con un costruttivo dibattito insieme alle parti interessate

Bruxelles
12 ottobre 2011

Oltre 150 delegati si sono riuniti a Bruxelles il 12 ottobre scorso per dibattere il progetto di politica dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) in materia di indipendenza e processi scientifici a carattere decisionale. All’evento ha assistito un ampio spettro di partecipanti, tutti accomunati dallo stesso obiettivo: come assicurare che l’EFSA fornisca consulenza scientifica della massima qualità preservando, nello stesso tempo, la propria indipendenza.

Nella sua allocuzione, John Dalli, commissario europeo per la salute e la politica dei consumatori, ha riconosciuto gli sforzi profusi nel tempo dall’EFSA per assicurare la propria indipendenza: “Debbo rilevare che nel corso degli anni le disposizioni sull’indipendenza sono state notevolmente rafforzate, contribuendo in modo significativo a diffondere la reputazione dell’EFSA come organismo realmente indipendente, in grado di offrire una consulenza scientifica affidabile”. Ha poi proseguito: “La rigorosa qualità della produzione scientifica dell’EFSA ha costituito la struttura portante di molte iniziative legislative della Commissione. Inoltre, è stata alla base delle nostre decisioni in materia di gestione del rischio, alcune delle quali hanno affrontato gravissime minacce alla catena alimentare; basti pensare all’esempio molto eloquente della recente crisi dell’E. coli”.

Nelle sue osservazioni in apertura di seduta, il Direttore esecutivo dell’EFSA, Catherine Geslain-Lanéelle, ha evidenziato che i contributi delle parti interessate sono un aspetto fondamentale del lavoro dell’Autorità. Ha aggiunto che tutti i punti di vista e le opinioni espressi durante la consultazione pubblica e il workshop saranno tenuti nella debita considerazione al momento di elaborare la versione finale della politica sull’indipendenza e sui processi decisionali.

Kartika Tamara Liotard, membro della commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare del Parlamento europeo, nel suo intervento programmatico ha affermato che la fiducia è uno dei fondamenti più importanti delle politiche pubbliche. Ha altresì rilevato che i consumatori devono poter fare affidamento sulle decisioni assunte dalle istituzioni europee e che la capacità dell’EFSA, quale organismo preposto alla tutela della sicurezza alimentare in Europa, di offrire una produzione scientifica indipendente è decisiva.

A questi interventi è seguita una stimolante discussione, in cui un gruppo di responsabili in materia di regolamentazione ed esperti di scienze sociali e naturali hanno dibattuto gli ingredienti essenziali della “fiducia nella scienza”. I partecipanti hanno generalmente convenuto sull’idea che la fiducia del pubblico è fondamentale, ma hanno manifestato pareri discordanti su cosa costituisce l’indipendenza nella scienza e come si debba garantirla nei processi scientifici a carattere decisionale. I membri del gruppo hanno spiegato che, per la natura stessa del processo, una scienza di alta qualità deve essere imparziale. Tuttavia esperti che hanno un’esperienza reale nel proprio settore avranno necessariamente degli interessi. I responsabili della valutazione del rischio, come l’EFSA, devono pertanto assicurare che tali interessi vengano rigorosamente monitorati e che i relativi processi siano adeguatamente illustrati e aperti a controlli e confutazioni.

Dirk Detken, a capo dell’unità Questioni legali e normative dell’EFSA, ha presentato i pilastri fondamentali del progetto di politica dell’Autorità e le principali osservazioni pervenute durante la consultazione scritta. Ha illustrato le molteplici iniziative in atto per modellare il processo scientifico decisionale dell’EFSA assicurando l’attuazione dei suoi valori basilari, e ha spiegato come tale politica fornirà un quadro più coeso per il futuro.

Le tre sessioni pomeridiane hanno permesso alle parti interessate di approfondire, da diverse prospettive, i propri contributi ai pilastri principali del progetto di politica forniti durante il processo di consultazione pubblica scritta. Si sono svolti dibattiti costruttivi su temi chiave connessi alla politica quali: “qualità della scienza”, “governance, apertura e trasparenza” e “valutazione degli interessi”. L’EFSA ne ha tratto utili spunti per un’ulteriore riflessione nella definizione della versione finale della politica. Ha peraltro avuto l’opportunità di chiarire che molte delle suggerite integrazioni alla politica erano già prassi normale presso l’Autorità.

L’EFSA pubblicherà a breve una relazione sugli esiti della consultazione pubblica, inclusi quelli del recente workshop con le parti interessate. Tutte le osservazioni ricevute da queste ultime nel corso del processo saranno tenute nella debita considerazione e, se del caso, integrate in un progetto rivisto della politica, da sottoporre al consiglio di amministrazione dell’EFSA entro la fine dell’anno.

Webcast and documents

 

Agenda and documents

Morning session

9.00

Welcome address by Catherine Geslain-Lanéelle, EFSA‘s Executive Director
9.15 Keynote address by MEP Kartika Tamara Liotard, Member of the European Parliament Committee on Environment, Pubic Health and Food Safety
Session I: Setting the scene
9.30 – 11.15 Round Table - Trust in science: what are the basic ingredients?
Speakers:
Science and society: public engagement and confidence in science - by Ortwin Renn, University of Stuttgart(1.73 MB)
Explaining the scientific process - by Andrew Wadge, Food Standards Agency, United Kingdom(95.96 KB)
Managing independence of scientific authorities: the case of EFSA - by Martijn Groenleer, University of Delft(189.74 KB)
Learnings from an international perspective – by Murray Lumpkin, Food and Drug Administration, United States of America(1.08 MB)
11.15 – 11.45 Coffee/tea break
Session II: EFSA’s draft Policy on Independence and Scientific Decision-Making Processes
11.45 – 12.30 Introduction of EFSA’s draft Policy on Independence and Scientific Decision-Making Processes and overview of comments received - by Dirk Detken, Head of Legal and Regulatory Affairs, EFSA.(360.36 KB)
12.45 – 14.00 Lunch
Afternoon session
14.00 – 15.00 Interactive Session 1: Quality of science chaired by Vittorio Silano, Chair of EFSA‘s Scientific Committee
D. Jans, FEFANA(381.91 KB)
C. Then, Testbiotech(343.46 KB)
J. Schlundt, Danish Technical University(281.85 KB)
15.00 – 16.00 Interactive Session 2: Governance, Openness and Transparency chaired by Anne-Laure Gassin, Director of Communications, EFSA
B. Kettlitz, FoodDrinkEurope(361.29 KB)
N. Holland, Corporate Europe Observatory(1.16 MB)
C. Tomalino, Euro Coop(441.71 KB)
16.00 – 16.30 Coffee/tea break
16.30 – 17.30 Interactive Session 3: Assessing interests chaired by Hubert Deluyker, Director of Risk Assessment and Scientific Assistance, EFSA
R. Wittkowski, Bundesinstitut für Risikobewertung (BfR)(333.81 KB)
N. Van Belzen, International Life Sciences Institutes Europe(199.84 KB)
C. Udsen, The European Consumers’ Organisation (BEUC)(252.09 KB)
17.30 Closing address by John Dalli, European Commissioner for Health and Consumer Policy
Agenda (307.61 KB)