Executive Director, 2nd EFSA Liaison Committee with representatives from local and regional authorities and organizations 17 July 2006, Parma (in Italian)

Catherine Geslain-Lanéelle

Speech given by Catherine Geslain-Lanéelle at the 2nd EFSA Liaison Committee 17 July 2006 in Parma with representatives from local and regional authorities and organizations (in Italian)

Gentili Signore, Egregi Signori, buongiorno.

Benvenuti a questa riunione del Comitato di Collegamento. Sono lieta di accogliervi qui, oggi, a Palazzo Ducale.

Con alcuni di Voi ci siamo già incontrati personalmente, con altri ancora no, ma questa è una bella occasione per poterlo fare, e per discutere ed approfondire temi di reciproco interesse.

Una bella occasione si, ma non l’unica: ci tengo infatti a precisare che la porta del mio ufficio è, e sarà sempre aperta, per poter fare in modo che le riunioni del Comitato di Collegamento non rappresentino le sole opportunità d’incontro.

Come tutti sapete, l’anno scorso l’EFSA ha concluso il trasferimento del suo personale a Parma. Oggi contiamo uno staff di 250 persone, presenti qui a Parma con le loro famiglie. Il Vostro prezioso aiuto ha contribuito grandemente alla realizzazione di questo progetto e, come hanno già fatto i miei predecessori, anch’io ci tengo a rinnovare i più fervidi ringraziamenti.

Adesso però inizia la seconda fase dell’installazione dell’EFSA a Parma: una fase altrettanto importante, che vedrà, tra l’altro, un ulteriore sviluppo dell’EFSA. Entro il 2009, infatti, l’organico dell’Autorità dovrebbe contare circa 400 effettivi che condivideranno con noi e con le loro famiglie questa bella e piacevole città.

Tornando al Comitato di Collegamento vorrei esprimere il mio compiacimento per quest’iniziativa di fondamentale importanza. Il costante e continuo dialogo tra l’EFSA, le Autorità italiane, a tutti i livelli, e le organizzazioni con le quali EFSA avrà continue relazioni di lavoro, è condizione necessaria per una proficua collaborazione.

Quando parlo di collaborazione voglio dire quindi che siamo ben coscienti che questo Comitato non rappresenta un’assemblea attraverso la quale solo l’EFSA avanza le sue richieste, ma un forum nel quale si discute anche come l’EFSA possa contribuire allo sviluppo locale, sia a livello comunale che provinciale e regionale, rispondendo così anche alle aspettative delle organizzazioni qui presenti.

Vorrei aprire quindi i lavori di questa riunione, chiedendo se tra i partecipanti ve ne siano che vogliano fare delle dichiarazioni d’intenti.
Vi ringrazio dell’attenzione e Vi auguro una buona continuazione.